giovedì 21 ottobre 2010

Come vestirsi quando vengono a trovarci le signorine vestite di rosso?

Ieri sono venute a trovarmi le Signorine vestite di Rosso, puntuali con i loro attacchi di mal di testa, mal di pancia, gonfiore e compagnia bella.
La cosa che mi chiedo è come vestirsi i questi giorni?
I jeans, nostri fidati e cari amici sono fastidiosi come non mai sopratutto i primi giorni specie quando devi stare seduta delle ore all' università o a scuola. Ti comprimono il ventre e per l' esaperazione vorresti sbottonarli e accasciarti sulla sedia a pancia all' aria come lo zio Tano dopo il pranzo della domenica.
Certo, potremmo farci prestare quelli dello zio Tano (otto taglie più grandi) ma anche in quel caso avrei dei dubbi..............
I leggins nemmeno a nominarli. Possono sembrare l' alternativa più comoda ma, a parte che fa un freddo cane, l' elastico che comprime la vita (già ampiamette rilassata) da quell' effetto muffin appena sfornato pure che pesiate 20 Kg. In più se li abiniamo ad una bella maglia larga (comoda ma stronza) diventiamo la copia bella e buona di una salsiccia infagottata che si trascina dietro il sedere.
La tuta. C' è stato un periodo in cui io e Sporty Spice dividevamo l' armadio. Devo ammettere che adoro l' abinamento tuta+nike+borsa firmata ma dopo un pò la mia migliore amica mi ha consigliato con garbo di smetterla di sembrare una dodicenne dopo la lezione di ed. fisica e di cominciare a conciarmi con ritegno. Quindi mi sa che combinarsi per una settimana così non è proprio il caso.
I vestitini......... mmm l' alternativa è quantomeno valida, H&M ha proposto dei lunghi maglioni di lana perfetti con gli stivali che sarebbero l' ideale se non fosse che sono tagliati sotto il seno e più che indisposte si rischia di sembrare incinte (e poi sarebbe pure strano.... vedete voi :D).
Quindi l' unica cosa da fare (dovrebbero metterla come regola, legge nazionale, diritto mondiale delle donne) è rimanere a casa in pigiama per i primi tre giorni almeno. Noi potremmo girare per casa con la nostra pancia gonfia e dolorante senza il rischio di incontrare anima viva e pensante e gli uomini sarebbero esonerati dalla nostra isteria (vabbe che quella con la sindrome premestruale, postmestruale, le paturnie e quant' altro mi sa che è una costante) e tutti saremmo felici e contenti.
Ahhh che mal di pancia... mi metto una borsa d' acqua calda sul ventre e poi mi preparo per l' uni in attesa che la mia proposta diventi legge.
Splendida giornata a tutti voi... con affetto R.

6 commenti:

  1. Come ti capisco .. sono ora in attesa che venga -_-
    Il bello è che tra 1 mese parto e vado a farmi un viaggetto .. proprio in quei giorni .. yuhu -_-

    RispondiElimina
  2. BottadiVeleno!21 ottobre 2010 09:50

    E' in questo momento che intervengono i cardigan Zara (almeno 2 taglie più grandi, of course) per mimetizzare il girovita :). Meno male che sono multicolore

    RispondiElimina
  3. Eheheh..ogni mese è una tragedia:D
    IO preferisco dei pantaloni neri, stretti ma non troppo.. L'ideale;)

    RispondiElimina
  4. Ovviamente l'alternativa migliore è il pigiama e l'adorato letto! XD
    Purtroppo però non sempre è possibile rimanere ad oziare a casuccia per tre-quattro giorni, quindi io scelgo sempre una gonna per stare comoda, accompagnata da una giacca "strategica" per coprire la pancia abbastanza gonfia in quei giorni; una sciarpa, poi, sposta a mio avviso l'attenzione sulla parte superiore del corpo.
    Ottimi anche scialle o poncho! :)

    Sonia

    RispondiElimina
  5. Io rimango dell' idea che dovrebbero mettere una legge nazionale e lasciarci a casa... cmq ragazze sono al penultimo giorno e mi sono dissanguata metà della prima serie di True Blood per rimanere in tema :)
    hahaah
    R.

    RispondiElimina
  6. Hai affrontato questo tema, così doloroso,con grande ironia, mia è piaciuto tanto e mi ha fatto sorridere!;)

    http://occhimare.blogspot.com/

    RispondiElimina

Dimmi la tua!