lunedì 29 febbraio 2016

Giorno 60 - La beauty routine del Povero

Giorno 60 - 29 Febbraio 2016 

Ma chi è che ha deciso di mettere un giorno in più di inverno quando cade l'anno bisestile? 
Perché non hanno aggiunto, che ne so, il 31 giugno? O il 16 luglio bis che così la Pupina poteva festeggiare il compleanno due sere di fila?? 
Aggiungere un giorno ad un mese del cazzo in pieno inverno mi è sempre sembrata una gran scemenza. 

Comunque, doveva arrivare l'anno bisesto per far vincere l' Oscar a Leo, eh? Chissà se porterà bene pure a me e Alessandro Cattellan, che mi ignora come lui viene ignorato da Taylor Swift, mi retwitterá. 

Veniamo al punto focale della situazione: la povertà. Con il mio stipendio da specializzanda non posso mantenere una figlia, comprare cioccolata e usare prodotti beauty sopra i 19.99. Quindi ora vi mostro quello che uso io per detergermi (quando mia figlia me ne dà la possibilità) e incremarmi (una volta ogni dodici mesi, ecco perché a me le creme scadono). 

Capelli 


- Shampoo Anti caduta Klorane 
Più o meno dopo quattro mesi dal parto è cominciata la catastrofe: perdevo capelli a ciuffi. Non so se è stato merito dello shampoo o delle fialette che la mia parrucchiera mi mette ogni settimana ma adesso ho dei peli nuovi di zecca in testa! Olè! 
-Balsamo Keratina e Cashmere di Bottega Verde. 
Io di questa linea solitamente prendo anche lo shampoo e la crema, mi sono sempre trovata bene. 
-Olio Argan del Marocco 
Questo lo metto sui capelli bagnati prima di pettinarli e asciugarli. 
-Kiko Restorattive
Quest' olio fa parte di una collezione estiva di Kiko di un paio di anni fa ma che hanno riproposto fino all' estate scorsa. Io alla fine dell' estate ne faccio una gran scorta con i saldi e lo metto a capelli asciutti prima della piastra. 
D'estate lo uso pure sui capelli asciutti prima del bagno a mare e dopo per pettinarli. 

Corpo 



-Detergente Scrub al cocco di Bottega Verde 
-Crema corpo elasticizzante Bottega Verde 
-Lipofusion di Rilastil
Questa è l'unica chiccheria che mi concedo ma la centellino manco fosse oro colato. Che Lipofusion sto par de ovaie che il mio Lipo sempre la sta. 

Viso 



-Detergente esfoliante Vivi Verde Coop
È un detergente viso che a mio avviso lascia la pelle un po' secca ma davvero liscia e pulita per cui mi piace. Non vi saprei dire se ha negli ingredienti la benzina senza piombo, l'olio di palma e le ossa dei cagnolini abbandonati in autostrada. 
-Crema viso Mille Fiori Bottega Verde 
Questa la metto mattina e sera dopo aver lavato la faccia con il sopra detto detergente. Così, per stare in pace con la mia coscienza. 


Ecco là beauty routine della povera Robi. 
Se per caso Karl, da Chanel, mi vuole mandare, che so, una cipria, un illuminante occhi, qua si accetta tutto. 


Robi 



15 luglio 2015 - L'ultima foto con la panza 

Le donne lo sanno - Ligabue 




domenica 28 febbraio 2016

Giorno 59 - Passerà.

Giorno 58 - 28 Febbraio 2016

Anche febbraio sta andando via.
Quest'anno dura un giorno in più perché la provvidenza ha voluto che scrivessi un post di troppo.
Venerdì sera, manco a dirlo, non sono stata al cinema. Stavolta io e Pisolo abbiamo ben pensato di non addormentarci in prossimità della porta ma di farci una di quelle litigate epocali che una basta per un mese. E invece abbiamo deciso di fare il bis anche ieri e stamattina. Così, per gradire.
Quando si è giovani e spensierati solitamente queste cose si risolvono con il sesso. Quando sei mamma di una neonata anche. Solo che poi la pupa si sveglia sul più bello (è matematico) e il resto è storia. 
Vuoi un po' la stanchezza. Vuoi l' imminente rientro a lavoro. Vuoi lo sbalzo ormonale per aver appena smesso di allattare la Pupina, negli ultimi giorni mi sono sentita sola.
Pisolo lavora tutto il giorno ed è sempre di corsa e certe volte penso di averla fatta da sola questa bimba. Arrivo a fine giornata senza essermi potuta sedere dieci minuti in santa pace a fare la cacca e questa cosa, a lungo andare, esaurisce.

Nel pomeriggio, come avete visto su Snapchat, abbiamo deciso di fare una passeggiata in paese per far prendere aria alla bimba con la scusa di dover prendere alcune cose da Bottega Verde. Ma è possibile che ogni volta che esco di casa torno con almeno 50 euro meno? Anche a voi sparisce il denaro?

Da Bottega Verde, dove mi trovo davvero davvero bene, ho preso una CC Cream, uno scrub corpo, una crema corpo tonificante e un pacchetto di salviettine struccanti. Dal primo marzo dieta e creme a profusione che l' estate è dietro l'angolo. Sotto consiglio della blogger Carlitadolce, che se non la conoscete conoscetela perché fa morire dalle risate, sono stata all' EuroSpin e ho fatto scorta di semi, frutta secca senza olio di palma (del quale non me ne frega una cippa lippa, non sarà lui ad uccidermi, fidatevi) farine e snack biologici senza calorie. A me l' EuroSpin piace troppo, vendono così tante porcherie a pochi euro che se sei depressa è la fine. O l'inizio. Dell' obesità. 

La Pupina piange.
Vediamo se domani stiamo festeggiando l' Oscar di Leo. Oppure no.

Robi 



17 agosto 2011 - Io e Pisolo in Olanda. 

Come mai - 883


Giorno 52 - Gli ex.

Giorno 52 - 21 Febbraio 2016

Avevo iniziato un post sugli ex stamattina alle nove ma poi siamo usciti e siamo tornati poco fa e non ho la forza nemmeno di alzarmi e struccarmi. 
So che me ne pentirò in primis domani mattina quando avrò le palpebre incollate e fra vent'anni quando mi cadrà la pelle. 

Degli ex ne parleremo un'altra volta. 
Oppure mai. Che se sono ex un motivo ci sarà. O sbaglio? 

Stamattina abbiamo fatto un giro ad Acitrezza. Il sole era simile a quello di aprile inoltrato e le stradine piene piene di gente che manco ad agosto. Per il catanese medio é d'obbligo il giro ad Acitrezza appena vede il primo raggio di sole. La granita vista faraglioni, la passeggiata sul lungo mare mano nella mano... 

La Pupina oggi ha fatto pace con il pollo, e ha finito tutto il piatto di deliziosa poltiglia. 
Oggi ha rubato una maglia da un espositore mentre eravamo al centro commerciale. Usciamo dal negozio e i sensori anti taccheggio cominciano a suonare. Io mi fermo sulla porta e aspetto l' addetto sicura che fosse il passeggino che suona spessissimo. Controllano e trovano Rossellina con in bocca la manica di una maglia. Mortificata, con lo sguardo di tutti addosso manco che l'avessi rubata davvero la maglietta, rientro, la pago e scappo. 
Dodici euro e novantanove cent per una maglia taglia XS. 

Stendiamo uno scontrino pietroso. 

Vado a collassarmi nella mia metà di letto che la piccola cleptomane è beata nella sua culla. Ho registrato Fuga da Alcatraz su Sky che non si sa mai le viene utile un giorno..... 

Robi.


21 Febbraio 2016 - Pisolo e gli Oreo a 99 cent. 

Cleptomania - SugarFree


<  Giorno 51  -  Giorno 53  >


sabato 27 febbraio 2016

Giorno 58 - Buio.

Giorno 58 - 27 Febbraio 2016 

Oggi c'è poco da scrivere. 
Una giornata agitata di cui non voglio raccontare. 
Sperando che le nuvole su questo cielo passino presto. 

Buonanotte 
Robi 



27 Febbraio 2016 - La Pupina e Snapchat

Sei forte papà - Gianni Morandi 


venerdì 26 febbraio 2016

Giorno 57 - Cinema

Giorno 57 - 26 Febbraio 2016

Stasera io e Pisolo andiamo al cinema. 
Cioè, teoricamente, i programmi sono questi perché, come le ultime otto volte che l'abbiamo programmato, potremmo addormentarci prima di uscire. 
Ve l'ho detto che non vado al cinema da 
L'amore bugiardo??? 
Vi farò sapere su Snapchat a che ora ci mettiamo a letto... Ehm... Andiamo al cinema. 

A proposito di Snapchat, sto un po' in fissa. È davvero la nuova frontiera dello Stalking se solo chi viene stalkerato non venisse a saperlo in tempo reale. 
Comunque i miei Snap preferiti, al momento, sono quelli della (ex?) fidanzata di Fedez. Io la adoro e se è vero che lui l'ha lasciata per quella mezza sciacquata di Belen mi incavolo. 
No, vabbè, non esageriamo. Chi se ne frega. 

La Pupina ha smesso di dire Mamma tutto il giorno. Adesso o urla come una scimmia urlatrice o dice papà. E lo dice in continuazione. E io non sono così contenta di essere chiamata papà, eh... 

Buon venerdì. 
Robi 

P.S.: Sui social esistenti (del quale ho capito il funzionamento) mi trovate come Robi Landia. Anche su Twitter dove ho cominciato a Stalkerare Cattellan come lui fa con Taylor Swift. Ho fede di riuscire a farmi retwittare. Prima o poi. 




24 Febbraio 2016 - La nuova posizione in cui si addormenta la Pupina: seduta con la testa sulla mia pancia. 

Empire State of Mind - Jay Z 


<  Giorno 56  -  Giorno 58  >


giovedì 25 febbraio 2016

Giorno 56 - .....E lo smalto sbeccato

Giorno 56 - 25 Febbraio 2016 

Oggi mio nonno ha avuto una ricaduta. Nel giorno del suo ottantacinquesimo compleanno. 
Vederlo cosi, vuoto di vita, debole, mi mette angoscia. Mi lascia il sapore amaro di quei momenti che non ci sono più e ai quali vorresti attaccarti con le unghie fino a farti sbeccare lo smalto. 

C'è poco da dire. 
Buon compleanno Nonno. 
Che questa brutta esperienza sia solo di passaggio. 


Robi. 


11 Giugno 2015 - L'ultimo compleanno prima della Pupina. 

Acqua e sale - Adriano Celentano. 


mercoledì 24 febbraio 2016

Giorno 55 - Mariano Di Vaio.

Giorno 55 - 24 Febbraio 2016 

E niente, oggi devo per forza scrivere di lui. 
Lui che tutte le ragazze e donne di ogni età vogliono. 
Lui che tutti i brand, da Carpisa ad Armani, bramano. 
Lui che è amico di Kendall Jenner e J.Lo ma che ha sposato Eleonora Brunacci da Pavia. 
Lui che ha il six pack in 3D Full HD.
Lui che ha un ufficio (?) e un team che gli gestisce la vita (eh?). 
Lui che del suo matrimonio ha fatto la marchetta più marchetta nella storia delle marchette. 
-Vuoi tu #Marianino prendere come tua sposa la qui presente ragazza che si presta a questa farsa Eleonora? 
-Si lo voglio. E colgo l'occasione per ringraziare... 
E via una lista di sponsor talmente lunga, dall' acqua bevuta durante la cena alle fedi ai confetti, dalla torta ai vestiti dei paletti che reggevano il velo, che ancora sono lì che ringraziano. 
Che poi, diciamocelo, io e #Marianino ci siamo sposati lo stesso giorno, mica fronzoli. Abbiamo affidato entrambi il giorno più bello della nostra vita al 27 di settembre. 
Lui che, finalmente, sdogana la febbre tra  i fashion blogger che vanno in giro nudi a NY a febbraio. 





E poi dicono che non esistono più le mezze stagioni. 
Voglio un Mini Mariano di Vaio entro l'anno e voglio Mariano di Vaio protagonista degli spot Mellin. 

Robi. 



19 Dicembre 2015 - La Pupina è il nonno. 

Bello e impossibile - Gianna Nannini 


<  Giorno 54  -  Giorno 56  >


Giorno 54 - Fallimento.

Giorno 54 - 23 Febbraio 2016 (passato da un'ora e dieci minuti)

Per un'ora e dieci minuti ho fallito la mia sfida di un post al giorno. Alle otto di sera, dopo la solita giornata in cui non mi sono fermata un attimo, pronta per uscire, ho pensato di scrivere il post in macchina. Cosa che non ho fatto. E non ho potuto fare nemmeno nel tragitto di ritorno. 

Non riesco a spiegare quanto questa cosa mi dia fastidio. Quanto mi faccia stare male. 

Ieri ho concluso con la promessa che ci saremmo rivisti oggi. 
Oggi non posso far altro che dare ragione a Dante: del doman non v'è certezza. 

Robi ( parecchio triste ) 



23 Febbraio 2016 - Ho una nuova caffettiera che fa un caffè orribile . 

7000 caffè - Alex Britti 


lunedì 22 febbraio 2016

Giorno 53 - Ogni maledetto Natale.

Giorno 53 - 22 Febbraio 2016 

Sono spaparanzata sul divano con un cornetto alla Nutella in mano e il film, da cui il titolo, con Cattellan. 
Questi di Sky ogni tanto se lo escono così, tipo jolly. Insieme a Natale in crociera. 
Al cinema ci sono un sacco di film che vorrei vedere ma alla fine non ci andiamo mai. L'ultimo film che ho visto al cinema è stato L'amore bugiardo. È passato un secolo e mezzo, praticamente. 

La notte scorsa la Pupina si è sparata nove ore e mezza di sonno senza interruzioni nella sua culla. Ho acceso un cero a Sant'Antonio, quello della sfide delle mamme, per intenderci. 
C'ho un' abilità a saltare di palo in frasca che levati. 
Dicevamo, la sfida delle mamme. Io sono stata taggata da due mamme meravigliose e le ringrazio di aver pensato a me. Non ho postato le foto del mio concetto di maternità perché non ho avevo bisogno di una sfida per farlo. Da quando è nata mia figlia credo di avervi fatto vedere in lungo e in largo quanto bella sia la vita insieme a lei.  E qualunque mamma sa che, nonostante sia sfiancante e difficile, è la cosa più bella del mondo. 

Cattellan mi reclama. 
A domani, buona notte. 

Robi. 



21 Dicembre 2014 - Il momento in cui mi sono sentita mamma per la prima volta. 

La vita com'è - Max Gazzè


< Giorno 52  -  Giorno 51  >




sabato 20 febbraio 2016

Giorno 51 - Buon compleanno nonna!

Giorno 51 - 20 Febbraio 2016

A maggio dell' anno scorso mio nonno è stato colpito da un ictus e da quel momento mia nonna non è stata più la stessa. Si è dedicata anima e corpo al benessere dell' uomo che ama incondizionatamente da tutta una vita perdendo ogni giorno un pezzetto di se. Oggi, nel giorno del suo ottantatreesimo compleanno, l'ho vista ancora più spenta e un po' mi si è spento il cuore. 
Ha messo per tutta la vita il benessere della sua famiglia, dal marito fino a noi nipoti, sempre davanti a tutto. Ha lavorato da sempre creando un futuro solido per i suoi figli, che hanno intrapreso la stessa strada, e per le nuove generazioni di nipoti. Ha sempre avuto i capelli in ordine e il trucco perfetto perché una signora non si lava mai i capelli a casa, mi diceva sempre. 
Vederla così lasciata andare, negli ultimi mesi, mi ha rattristato tantissimo. 
Oggi è il suo compleanno e avrei voluto festeggiarla in mille modi ma mi sono limitata ad abbracciare il suo corpo esile. A sentire il suo profumo che sa di cose belle vissute e conoscenza e saggezza. A guardare la mia bellissima nonna e a godermi la sua presenza. 

Buon compleanno nonna. 

Robi 



20 Febbraio 2016 - Nonna e Pupina. 

Hello - Adele 


< Giorno 50  -  Giorno 52 >

venerdì 19 febbraio 2016

Giorno 50 - È venerdì!

Giorno 50 - 19 Febbraio 2016

Ho appena scoperto che Donald Trump è candidato alla presidenza degli Stati Uniti d'America. Mia sorella mi ha guardato così male che deve aver pensato che vivo su Marte. 
Effettivamente non guardavo un telegiornale da secoli e comunque per me il prossimo presidente degli Stati Uniti è Frank Underwood. O Hillary Clinton, fate voi. 

Sto uscendo a cena. L'ultima volta è stata durante la seconda guerra mondiale. No, scherzo, non sono mica Miss Italia. 
Avevo voglia della mia pizza preferita, salmone affumicato e Philadelphia, e il buon Pisolo mi ha accontentato. 
Solo che adesso sono costretta a levarmi il pigiama e a rendermi presentabile al pubblico. Mentre la Pupina, invece, sta uscendo in pigiama che lei è figa lo stesso! 

Vado a prepararmi. 
Tra l'altro, ho comprato due Rossetti Mybelline (si scrive così? mi secco a googlarlo) stupendi. 



Vediamo se riesco a rendermi, non dico graziosa, ma almeno presentabile. 

Robi. 



18 Febbraio 2016 - La Pupina nelle mani delle sue zie. 

44 gatti - Lo Zecchino D'Oro. 


< Giorno 49  -  Giorno 51  >



giovedì 18 febbraio 2016

Giorno 49 - Lo sterilizzatore Chicco.

Giorno 49 - 18 Febbraio 2016 

Qualche settimana prima che nascesse la Pupina ho comprato lo sterilizzatore a vapore di Chicco e l'ho utilizzato fino ad un mese fa circa. 
Fin dall' inizio il fondo si riempiva di una strana sostanza simile a ruggine. Io, dopo ogni utilizzo, lo pulivo e pareva funzionare fino a quando, un mese fa circa, tutta la piastra di fondo ( quella che riscalda l'acqua, per intenderci ) si è totalmente coperta di questa sostanza e non andava via con niente. Telefono al servizio clienti e mi dicono che è calcare e che devo pulirlo con acqua e aceto in soluzione. Ovviamente non è stato così facile contattarli ma il succo è questo. 
Lo faccio e qualcosa viene via ma il problema persiste. Tra l'altro io non ho mai utilizzato acqua se non mineralizzata, la Panna o la Sant'Anna, per sterilizzare i biberon e un amico chimico mi ha confermato che questo tipo di acque non formano calcare ad alte temperature perché se no che senso avrebbe darle ai neonati per il latte? Sarebbero tutti col blocco renale! 

Due settimane fa mi richiamano dal servizio clienti di Chicco e ribadite tutte queste cose mi dicono che si sarebbero fatti risentire presto. 

Silenzio. 

Fino ad oggi. 
Mi richiama la stessa operatrice della volta scorsa e mi dice che verranno a ritirare lo sterilizzatore per tenerlo in osservazione venti giorni per poi decidere il da farsi. Quando ho obbiettato che non potevo stare senza sterilizzatore per tutto questo tempo, nonostante io l'abbia già sostituito,  lei mi ha risposto che se ci fosse effettivamente un danno mi sarebbe stata data una gift card di pari valore a quello speso. 
Quando ho detto loro che non sarei stata a casa quando volevano venire a ritirare lo sterilizzatore, che vogliono nello scatolo originale che io ho tenuto per pura fortuna, loro mi hanno risposto che non mi avrebbero potuto più richiamare e che se volevo programmare il ritiro dovevo farmi sentire io. 

Quindi, ricapitolando, contattarli è stata un' impresa (hanno risposto su Facebook, grazie Mark); aspettare che loro decidessero come intervenire; dare loro lo sterilizzatore nel momento preciso in cui lo vogliono e poi aspettare che loro se lo studiano e semmai ricevere un buono da spendere solo nei negozi Chicco, quando io l'ho preso da Prenatal. 

Mi è sembrata una soluzione un po' sbagliata per accontentare un cliente che è rimasto deluso da un prodotto. Avrei preferito che mi dicessero 'Signora, le mandiamo un ciuccio per scusarci e arrivederci!' piuttosto che tutto questo giro che alla fine non solo non ha risolto nulla ma mi ha pure lasciata incavolata. 

Io ho preso un altro sterilizzatore a vapore, di Avent, che funziona esattamente nello stesso modo, con la piastra che riscalda l'acqua e forma il vapore, e la piastra è ancora perfetta. 

E dopo aver smesso con i pannolini Chicco e ora pure con gli attrezzi per bambini, forse devo smettere in generale? 

Robi. 




2 Novembre 2015 - Las Palmas De Gran Camaria 

Baby one more time - Britney Spears 


< Giorno 48  - Giorno 50 >




mercoledì 17 febbraio 2016

Giorno 48 - Senza titolo.

Giorno 48 - 17 Febbraio 2016 

La cosa più difficile, ogni giorno, è trovare un titolo al post. Alcune giornate sono così piene di impegni ma vuote di avvenimenti degni di nota che non c'è granché da titolare. 
Stamattina, alle nove, avevo già la crostata in forno; avevo ritirato e steso due lavatrici; la bambina aveva mangiato e io ero lavata e vestita. Poi ho fatto un giro dal commercialista, così, per gradire ed infine la spesa. Giornate che proprio le emozioni si sprecano, eh? 

Stanotte, per la prima volta dopo mesi, la Pupina ha dormito nella sua culla. Alle quattro mi sono svegliata per controllarla e ho notato che si era girata e dormiva beata a pancia in giù e sedere all' aria. Ho avuto paura che soffocasse così l'ho girata e ovviamente si è svegliata! Stoica, che manco Zenone, le ho tenuto la mano e fatto le carezze e cantato duecentottantasei volte la canzone di Noè ma non l'ho messa nel lettone. Dopo un po' ha ceduto e si è riaddormentata. Ovviamente sempre con Sophie la giraffa in mano. 

Sta iniziando Le regole del delitto perfetto. Buona notte. 

Robi. 




17 Febbraio 2016 - La crostata per le zie 


17 Febbraio 2016 - Ross e Sophie

La vita com'è - Max Gazzè 


< Giorno 47 - Giorno 49 >

martedì 16 febbraio 2016

Giorno 47 - 7 PupiMesi

Giorno 47 - 16 Febbraio 2016 

Pazzesco, dal giorno in cui ho sentito più dolore che in tutta la mia vita sono già passati sette mesi. Pare ieri... 
I progressi che questa nanetta con due dentini ha fatto in questi mesi sono stati tantissimi. È stato, ed è, stupendo vederla crescere; imparare a comunicare. Veder delinearsi il suo caratterino tutt'altro che accomodante. 
È inutile ribadire quanto possa essere innamorata di questo scricciolo. 

Invece il buon Pisolo ha voluto ribadirlo in grande stile e ha fatto a sua figlia tutte le cose che non ha fatto a me per San Valentino! Maledetto!!! 
Stamattina quando siamo andate in cucina per preparare il biberon abbiamo trovato un regalo (una tutina), una torta a cuore e una pianta di tulipani.
Tutto per la Pupina! Anche se la torta ce la siamo mangiata noi, eh... 


No, non è impazzito Pisolo! La S che vedete sta per Sidney che è il soprannome della Pupina dato che dovevamo andare là quando abbiamo scoperto che invece sarebbe arrivata lei. 

Robi. 


16 Febbraio 2016 - Mi giro e mi rigiro. 

T'appartengo - Ambra Angiolini 

<  Giorno 46  -  Giorno 48 >


lunedì 15 febbraio 2016

Giorno 46 - Una questione di sopravvivenza.

Giorno 46 - 15 Febbraio 2016 

Quando ero incinta (quindi giustificatamente grassa) i consigli su come crescere il neonato in arrivo si sono sprecati. Ognuno che mi vedeva doveva dirmi come aveva fatto o come riteneva fosse giusto crescere un figlio. Ognuno aveva la sua idea sul ciuccio, sul lettone, sul vestiario... Per ogni argomento, però, trovavi chi ti diceva bianco e chi ti diceva nero e tu, piccola quasi puerpera inesperta, cercavi di barcamenarti tra i consigli.

Domani saranno sette mesi che sono madre (Come vola il tempo, eh?) (Si, ormai parlo come mia nonna) e ho capito una cosa: crescere un figlio è una mera questione di sopravvivenza.
Non ci sono regole precise ne esperienze che, davvero fino in fondo, possono esserti davvero utili.
Quando sarai sfatta e sfinita da una giornata infernale con il nano lo metterai a dormire nel lettone e fanculo se si abitua: quelle ore di sonno saranno preziose come un' oasi nel deserto.
Quando sarai finalmente riuscita ad uscire di casa dopo l' ennesimo pannolino radioattivo e il nano avrà fame, fanculo l' allattamento esclusivo: prepari un biberon di acqua calda e sette misurini di latte Humana e le tue tette sono salve. Perché, almeno per me, l' incubo iniziale dell' allattamento è stato questo: dovermi spogliare in centri commerciali, case di amici, parcheggi, libri auto viaggi fogli di giornale... Quando la Pupina ha compiuto tre mesi ho messo fine a questo strazio e, se aveva fame, fuori c'era il biberon, dentro la tetta. La vita mi è radicalmente cambiata perché ero arrivata al punto di voler seriamente smettere di allattarla.
Lo so che è la pratica più naturale del mondo ma le tette io le preferisco nel reggiseno quando sono fuori casa, sicché...
Quando farla mangiare sarà un miracolo fanculo il pollo biologico allevato a terra e nutrito a cereali sgusciati a mano dal nonno di Heidi: santissimi vasetti Plasmon, voi mi avete risolto la vita.
Che ora c'è tutta la cultura del biologico e della super mamma che, puntualmente, mi fa sentire una merda perché non frullo a mano la trota che ha risalito i fiumi della Val D'Aosta (che ho ovviamente pescato io stessa a mano). Io sono cresciuta a biscotti Plasmon con Olio di Palma (che poi, se solo vi informasse un pochino...) e vasetti guardatemi adesso! Beh, magari proprio adesso no che c'è della pancetta in più ma qualche anno fa.
Sul ciuccio ho avuto le critiche più dure. Inizialmente mia figlia di prenderlo non voleva proprio saperne. Per tre mesi ho insistito con risultati vani di farglielo accettare fino a che, un bel giorno, mentre eravamo alle Canarie, ha deciso che le andava. Per me è stata una salvezza: le da un conforto immediato e si calma all' istante. Riesce ad addormentarsi da sola e la notte, se si sveglia, la calma subito senza bisogno di tetta o altro. Sul profilo Ig di una mamma social che seguo, Elise (questo il suo blog) ho letto questa frase che per me è la sintesi di tutto "Ero contraria al ciuccio prima di diventare madre". So che, probabilmente, levarglielo prima dei due anni sarà dura ma, come ho detto: un giorno alla volta. Sopravvivenza.

Dopo questo post, immagino, chiamerete i servizi sociali perché sono una madre snaturata. E magari avete pure ragione ma io sono dell' idea che ogni mamma sa quale sia il meglio per il proprio cucciolo; nessuna metterebbe di proposito in pericolo il proprio figlio. Non voglio passare per lavativa ma, appunto, bisogna sopravvivere alla maternità meglio che si può. Ciò non toglie che l' amore che provo per Rossella è immenso. Come ogni mamma.

Robi. 






11 Giugno 2013 - Il mio 25 compleanno (e le mie sorelle)

I consigli di un Pirla - Articolo 31 



< Giorno 45  -  Giorno 47  > 

domenica 14 febbraio 2016

Giorno 45 - Questo gran bel San Valentino di Merda.

Giorno 45 - 14 Febbraio 2016 

Oggi è stata una giornata orribile. 
Non so se siano gli ormoni a farmi vedere tutto nero. Se sia lo stress per l'imminente rientro a lavoro. Se sia, come credo, il fatto che oggi mi sono sentita sola. 
Sarò stupida ma per me San Valentino è una bella festa. È una festa che celebra l'amore. Un giorno in cui, insieme, si può essere più sciocchi e smielati del solito. Una ricorrenza che ti permette, nel mare dei pensieri e della quotidianità e delle preoccupazioni che ci sono in ogni famiglia, di ricordarsi che ci si ama. Un giorno in cui possiamo correre di meno e baciarci più a lungo. 
Mio marito evidentemente oggi non è stato di questo avviso. 
Non mi aspettavo niente di che, attenzione. Non volevo brillanti ne borse di Chanel. Non volevo cene in lussuosi ristoranti. Non volevo nulla di materiale. 
Quello che mi è stra mancato oggi è stato il pensiero. Quel piccolo gesto, come un Bacio Perugina con le frasi di Fedez, che ti fa sorridere. La tavola della colazione apparecchiata con i tovagliolini a cuore. Uno stupido fiore mezzo moscio. Un biglietto pre stampato. 
Qualunque cosa sarebbe stata meglio di... Di niente. 
Solitamente lui é uno super attento a queste cose e per questo mi fa ancora più male che oggi sia passato così. Me lo sono sentito rubato anche se posso sembrare esagerata. 

Io, dal canto mio, nemmeno ho fatto nulla. E non perché non volessi. Mi sarebbe piaciuto fargli stampare una foto della bimba da incorniciare per lo studio o scrivergli qualcosa ma non l'ho fatto. Non ho voluto farlo. Troppo scottata ancora da come ha preso il compleanno; da come non ha apprezzato quello che ho fatto. Perché per lui è semplice uscire con una neonata e caricarsi borsa del cambio, passeggino e bambina e fare spesa, ritirare pranzo e torta e tornare a casa in tempo. 

Oggi è andata così. 
Per me è stato un giorno degli innamorati sprecato. 

Poi ho abbracciato il mio grande amore, la mia bimba bellissima, e tutto è stato un po' più facile. 
Perché nonostante tutto il suo sorriso a due denti è il balsamo che fa passare tutti i dolori. 

Robi. 



14 Febbraio 2016 - Due innamorate. 
Magnifico - Fedez e Feancesca Michelin


< Giorno 44  -  Giorno 46 >



sabato 13 febbraio 2016

Giorno 44 - Uno di quei giorni.

Giorno 44 - 13 Febbraio 2016


Stamattina mi sono svegliata con J Ax. Un po' anni duemila, un po' nostalgia, un po' revival. Ho sempre sognato di vedere dal vivo gli Articolo 31 ma non è mai successo.

Il compleanno di Pisolo, grazie all' Altissimo, è passato.
Ieri è stato intrattabile per tutto il giorno. Dalle sette di mattina, quando ha messo piede giù dal letto, fino alle undici di sera, quando finalmente ha chiuso gli occhi e ciao.
Non voleva gli auguri, non voleva rispondere al telefono, non voleva leggere gli auguri su Facebook e non è voluto uscire a cena. Solo dopo ore di preghiere si è deciso a spegnere le candeline sulla torta che gli avevo fatto fare. L' allegria, proprio.
Ho attribuito tutto questo al fatto che fosse il primo compleanno senza sua madre, alla quale era molto legato, ma non ho certezze.
Lui è sempre stato uno di quelli che non parla. Di quelli che non dice. Di quelli che non hanno bisogno di niente e di nessuno. Ma chi è che davvero non ha bisogno di nessuno? 
Appunto.

Abbiamo introdotto il formaggino nello svezzamento e finalmente la Pupina ha mangiato di gusto. Olè.
Ma la vera novità è che adesso si rotola. Il che è un bel problema visto che non la si può lasciare sola nemmeno un secondo che la ritrovi in un' altra stanza. La mia vescica, già provata dalla maternità, prevede tempi duri lontani dal bagno.

Robi

P.S.: Non ho ancora visto nemmeno dieci minuti di Sanremo. Ah, come ti cambia la maternità. 




13 Aprile 2013 - Festa di Laurea (tutti in rosso) 
Uno di quei Giorni - J Ax e Nina Zilli 


< Giorno 43  -  Giorno 45 >

venerdì 12 febbraio 2016

Giorno 43 - Buon Compleanno Pisolo.

Giorno 43 - 12 Febbraio 2016 

Oggi Pisolo compie 36 anni.
E' vecchio, eh?

Per certi versi non è stata una giornata di festa ma vi racconto meglio domani.

Adesso, per suo espresso desiderio, ce ne stiamo tutti e tre stretti stretti sul divano a guardare Le regole del delitto perfetto.

Buona notte a tutti e buon venerdì.

Robi.








12 Febbraio 2016 - Compleanno Pisolo
Siamo chi siamo - Ligabue 




< Giorno 42  -  Giorno 44 > 

giovedì 11 febbraio 2016

Giorno 42 - Il coraggio di una mamma

Giorno 42 - 11 Febbraio 2016 

Una mamma può affrontare tutto. 
Può non dormire per giorni. 
Può guarire una ferita con un bacino. 
Può saziare con un seno. 
Può far volare in trenino in bocca per farti mangiare un broccolo. 
Può essere stanca ed essere bellissima lo stesso. 
Può avere paura e sorridere. 
Può affrontare le tempeste a bordo di una canoa. 
Può diventare una tigre feroce se le toccano il cucciolo. 
Può far diventare buonissimo un vasetto di manzo che puzza di morto. 
Può scalare le montagne se ha il suo bimbo sulle spalle. 
Può, ed è per questo che Dio l'ha scelta, affrontare il travaglio e il parto, qualunque esso sia. 
Può commuoversi per le cose più piccole: la prima volta che si sente chiamare mamma. E la seconda. Per le recite all'asilo e i saggi di danza classica. Per il primo 'Bravissima' a scuola. Per la prima pappa. 
Rimane calmissima davanti ad un pannetto strapieno di cacca. Di fronte ad una enorme macchia di vomito sul suo vestito appena stirato. 
Rimane calma quando la vita, bastarda, la mette di fronte alla paura e sfida più difficile: avere paura per il proprio figlio. Perché quando una mamma ha paura si fa forza e sorride. Quando una mamma ha paura per il suo cucciolo esce le palle e combatte. Una mamma può affrontare tutto. 

Robi. 

Dedicato a tutte le mamme che la sera pregano per i loro figli, sedute su una brandìna in una corsia d' ospedale. Per tutte le mamme che hanno il coraggio e la forza di affrontare quelle sfide che per altri sarebbero impensabili. 
E per tutte quelle mamme che chiedono scusa. Perché questo mondo e questa vita spesso non sono come vorremmo. 


9 Febbraio 2016 - Pupina e sua mamma. 
W la mamma - Edorardo Bennato


<  Giorno 41  - Giorno 43 > 

mercoledì 10 febbraio 2016

Giorno 41 - facciamo le valigie

Giorno 41 - 10 Febbraio 2016 

Ho aperto il Facebook e tutti parlavano di Sanremo. In particolare di Vessicchio e della Pausini. Ma non ho capito perché. 
Vabbè, fa niente. Domani sera, appena sarò di nuovo a casa, recupero. 
Immagino Adinolfi come si sarà indispettito tutto quando ha visto Elthon Jhon. 

Ieri sera ho vinto quaranta euro al casino e oggi li ho immediatamente portati al signor Zara che non mi pareva corretto risparmiarli. 
In realtà dovevano essere destinati al regalo del buon Pisolo che venerdì compie gli anni ma ogni volta che gli chiedo se c'è qualcosa che preferisce lui mi risponde che devo risparmiare e che non vuole nulla. 
Io. Risparmiare. 
È come dire che Gabriel Garko è un bravo attore. 
A proposito di risparmiare, oggi pomeriggio sono entrata da Chanel a Nizza e ho realizzato che nemmeno se risparmio per due anni potrò mai permettermi la 2.55 dei miei sogni. Mai. Quindi, tanto vale... 
Che vita triste quella del povero. 
Voglio fare un annuncio: se ci fosse qualcuno della famiglia Hilton che volesse adottarmi, io sono disponibile. 

Tornando alle cose serie, é tempo di richiudere la valigia. Domani si torna a casa. 

P.S.: Ma, signor Laduree, 2.20 euro a maccarons non le sembra eccessivo? 

Robi. 








10 Febbraio 2016 - Nizza 
Estate - Negramaro 



martedì 9 febbraio 2016

Giorno 40 - Menton #2

Giorno 40 - 9 Febbraio 2016





























Ho già preso un kg. 
Aiut. 

Robi. 


Il posto dei santi - Negramaro

< Giorno 39  -  Giorno 41 >

lunedì 8 febbraio 2016

Giorno 39 - Menton

Giorno 39 - 8 Febbraio 2016 

Io amo questo posto. 
Il mio umore cambia immediatamente nel momento in cui passo la frontiera e vedo il mare che si rompe sui monti. 

Dalla Sicilia è lontanissimo ma il viaggio lo vale tutto. 

Passo e chiudo. 

Robi 



8 Febbraio 2016 - La cofana di linguine al tartufo che ho mangiato
Ti voglio bene - Tiziano Ferro 

domenica 7 febbraio 2016

Giorno 38 - Domenica.

Giorno 38 - 7 Febbraio 2016 

Solitamente la domenica, approfittando del fatto che Pisolo è a casa tutto il giorno, faccio un po' di cose a casa o, come oggi, preparo le valigie per domani.
Lascio la Pupina a mio marito e io faccio quello che devo fare.
Faccio tutto quello che devo fare con un lamento continuo in sottofondo. Lamento che, pian piano, diventa pianto fino alla disperazione. Di padre e figlia. Da stamattina alle sette, ora in cui  mia figlia ha deciso dovesse cominciare la giornata, sono riuscita a mettere in valigia il pigiama. 
Pisolo è il classico 'bravo ma che non si applica'. Possibilità di miglioramenti scarse. 
Questa la prova fotografica del bagno di lacrime della Pupina di ieri sera perché mi sono allontanata da lei 120 secondi netti per andarle a fare il latte. 



Stamattina, dopo aver preso il caffè al bar, mi sono addentrata nel carnevale di Acireale ( applauso per il coraggio, prego ) perché mi servivano dei collant e delle calze per la nana. La commessa mi ha proposto i collant automodellanti che ti fanno perdere una taglia solo guardandoli e due appena li indossi. Ovviamente avevo già uscito il contante e le volevo di tutti i colori ma, ad un secondo sguardo attento ho notato che, non solo sono minuscole ma sono dure come le tette di Belen. Non sarei mai riuscita ad entrarci e sarebbero stati 12.99 buttati. Ho optato per del normalissimi collant in microfibra. 
Che si deve fare per un punto vita da vespa. O, come nel mio caso, da Bruno Vespa. 

Oggi volevo fare le castagnole di carnevale con il Bimby ma poi ho detto "No!". Rinuncio a queste calorie che dopo domani è estate. 

Come state passando voi la domenica? 

Robi. 


6 Febbraio 2016 - I nonni di mia figlia. 

La regola dell' amico - 883 


< Giorno 37  -   Giorno 39 >






sabato 6 febbraio 2016

Giorno 37 - In bagno.

Giorno 37 - 6 Febbraio 2016 

Io in bagno ci vado in compagnia. Della Pupina. Oggi, sole a casa, avevo urgenza di stare dieci minuti da sola al bagno ma mia figlia non è stata d'accordo. 
Lasciata sul letto, immersa nei giochi, appena ho lasciato la stanza ha cominciato a lamentarsi. Ho pensato sarebbe finita la e invece il lamento si è trasformato in un pianto isterico; a momenti si soffocava tanto era disperata al che mi sono alzata, l'ho presa e l'ho seduta nella sua vaschetta per il bagnetto e siamo state tutte contente. Beh, non proprio tutte. 

Come avrete letto su Facebook, una vicina mi ha regalato una sciarpa Desigual per ringraziarmi di averla aiutata. 
Sono indecisa sulla sua destinazione. Magari me la metto pure e mi converto, chi lo sa. 
No scherzo, non può succedere. 
Il bello ( o il brutto ) è che le sarà pure costata... 

Stasera tortellini, maratona Scandal e divano. 

Robi 



6 Febbraio 2016 - Comitiva 
Today Was a Fairytale - Taylor Swift


< Giorno 36   -   Giorno 38 > 




venerdì 5 febbraio 2016

Giorno 36 - #EPCC

Giorno 36 - 5 Febbraio 2016

Sto guardando Cattellan. 
La puntata di ieri sera. 
Perché ieri sera sono crollata alle dieci insieme alla Pupina solo che lei ha continuato a dormire fino alle sei mentre io mi sono svegliata all' una e non ho più riprese sonno fino alle sei meno un quarto. Capite i problemi di sincrono che abbiamo? 

Dicevamo, Cattelan... Ma è con due o con una sola L? Non lo so. 
Non è divertentissimo questo programma? Lui è bravo davvero.
Anche io dovrei fare un programma televisivo come il suo. Forse non mi guarderebbe nemmeno mia mamma ma sarei brava, eh... Vabbè. Nella prossima vita ci pensiamo. 

È di nuovo venerdì. Lunedì si parte! 
Devo fare ancora diciotto lavatrici e solo il necessario per le pappe della Pupina prenderà una valigia. Ma come ci viene di partire prima che lei faccia almeno dodici anni. Come? 

Robi. 


6 Novembre 2015 - Pupina! 

Avrai - Claudio Baglioni

< Giorno 35   -  Giorno 37 > 




giovedì 4 febbraio 2016

Giorno 35 - Minnie

Giorno 35 - 4 Febbraio 2016

Il titolo del post non c'entra niente. Ho davanti agli occhi il palloncino di Minnie che le mie sorelle hanno regalato a Pupina e non sapevo che titolo mettere. 

Io odio il carnevale. 
Sono tipo il Grinch del carnevale. 
Odio i coriandoli che ti lanciano contro; i bambini indemoniati e le bombolette di schiuma. 
Credo che questo mio odio sia un retaggio del primo giorno di vacanze al liceo, per carnevale. 
Ogni giovedì grasso il cortile della mia scuola era invaso da genti delle altre scuole che lanciavano uova. Il primo anno mi sono beccata due uova. Il secondo una sui capelli e una mi è entrata in macchinetta e la puzza c'è ancora. Dal terzo anno, il giovedì di carnevale, mio papà veniva a firmarmi il permesso per uscire alle undici e amen. 
Volevo comprare un costume di carnevale per la Pupina, vestirla e farle tante foto ma è stato più forte di me: non ce l'ho fatta. Domani glielo compra la nonna. 

Stasera c'è Masterchef e quindi c'è Joe Bastianich; io ho già l'ormone in orbita. 

È arrivata la pizza! 
Buona cena a tutti! 

Robi.


4 Febbraio 2016 - Sexy Pupina. 
Potograph - Ed Sheeren 





mercoledì 3 febbraio 2016

Giorno 34 - La Spesa.

Giorno 34 - 3 Febbraio 2016

Oggi pomeriggio sono andata a fare la spesa da sola con la Pupina ( e annessi e connessi che uscire con lei è più simile ad un trasloco ). 
In realtà sono uscita di casa, la spesa era solo una scusa, per controllare che ci fosse ancora il mondo fuori. Sapete com'è... Tra le zanzare killer, i gay che vogliono sposarsi, la Barbie Bassa e Grassa... Io non mettevo il naso fuori di casa da sabato e non ricordavo nemmeno che colore fosse il cielo. 
Il mondo era dove l'avevo lasciato. Niente di più, niente di meno. Chissà se poi questo è un bene o no. 

Oggi pomeriggio, di ritorno dalla spesa, ho visto la puntata di ieri sera della fiction su Luisa Spagnoli e l'ho adorata. Io e la Pupina siamo state incollate allo schermo per quattro ore. Più io che la Pupina. 
Se anche solo la metà della descrizione di questa donna è reale mi auguro che ce ne siano milioni come lei. Che ce ne sia un po' in ognuna di noi. 

Certo, in ognuna di noi potrebbe esserci anche un po' di Costanza Miriano, che se vi state chiedendo chi è, passate oltre che non vale la pena manco conoscerla. 
Vabbè, possiamo mica essere tutte perfette no? 
Comunque, per dovere di cronaca, la Miriano è l'autrice di un libro in cui spiega perché la donna si deve sottomettere al marito, integralista cattolica e bla bla bla che ovviamente è assolutamente contro la step child adoption. Mi è venuta in mente perché stavo guardando il suo intervento a Fuori Onda di qualche giorno fa quando mi sono ricordata che oggi non avevo ancora scritto il post... 


La Pupina è nella sua culla che dorme beata. La scorsa notte ci è rimasta fino alle 3.18 del mattino salvo poi svegliarsi e chiacchierare amabilmente fino alle sette. Per stanotte confido in un prolungamento. Anche un quarto d'ora in più mi basterebbe per sperare in un futuro migliore che preveda una notte di sonno. 
Sonno che corro a recuperare. 

Buona notte! 
Robi 




3 Febbraio 2016 - L'interesse della Pupina per Luisa Spagnoli. 

Certe notti - Ligabue 

< Giorno 33  -   Giorno 35 >