martedì 14 giugno 2011

Sono TAMARRO e me ne vanto!



Ieri sera, mentre impazzavano i festeggiamenti per il compleanno di mio papà, a causa di una sfortunata serie di coincidenze il televisore del mio soggiorno è stato sintonizzato su Italia Uno. Che c' è di male? Siete li, tutti a chiedervi! Di male c' è che a causa della messa in onda del nuovo reality condotto nientepopòdimenoche da Fiammetta Cicogna (chi? Daiii, quella delle pubblicità della Tim...) la mia notte è stata costellata di plurimi incubi (meno male che la mattina è arrivata prima del previsto visto che alle 5 ero già in aeroporto per accompagnare mia sorella).

Otto disgraziati, quattro donne e quattro uomini, gireranno l' Italia (che Dio ce ne scansi e liberi qualora dovessero incrociare il nostro cammino) per darci la possibilità (ma chi caspita gliel' aveva chiesto?) di scoprire i dettami del tamarro medio, le sue regole, le sue priorità.
Un reality tutto italiano a metà tra Jersey Shore e i peggiori raduni di fashion blogger che ci permetterà di esplorare la materia grigia (si, quale?) del tamarro e di scoprire cosa lo induce ad essere tale.
Quintalate di trucco che non voglio nemmeno pensarci a quante salviettine detergenti servano, scollature vertiginose che lasciavano ben poco all' immaginazione, silicone perfino dove il silicone non dovrebbe esserci, tatuaggi perfino in faccia e abiti (se così possiamo definirli) che non andrebbero bene nemmeno nei peggiori raduni di prostitute di Cuba! Donne sguaiate e svestite che non riescono nemmeno ad esprimersi in un italiano corretto, con aspirazioni quantomeno ridicole (vedi tronista a Uomini & Donne) che non hanno nemmeno una lontana idea di quello che -in realtà- debba dire e fare una donna per ritenersi una signora!


La cosa che mi viene da chiedere è se davvero un programma del genere fosse necessario. Insomma, di tamarri la televisione è piena e basta farsi un giro al centro il sabato sera per imbattersi in certi soggetti che avrebbero davvero bisogno di un rehab di stile. E' davvero necessario sdoganarli sulla tv nazionale, quasi fossero una vera categoria, e mostrarli in prima serata ammettendo -quindi- che siano una parte della società positiva che deve essere palesata?
Io credo fortemente di NO. L' eccesso così palese di svogliatezza e volgarità non è un buon messaggio per le generazioni ancora influenzabili e credo che il trash bisogna combatterlo piuttosto che idolatrarlo.
Lasciatemeli in "cura" un mesetto che ve li rimetto a posto io 'sti qua...
Yooo, fratello....


Tamarramente vostra, come sempre, R.


3 commenti:

  1. la sola idea di questo show mi inquieta. Non mi piazzero' su Italia Uno neanche per sbaglio, cosi' non posso beccare neanche una pubblicita'.

    RispondiElimina
  2. Lo avevo intravisto...appena ho letto il titolo ho cambiato.
    Speravo fosse qualcosa tipo "li mettiamo a posto", ma questo è ancora peggio...
    Spero di non incontrarli mai, due schiaffi a quelle "signorine" non glieli toglierebbe nessuno!

    RispondiElimina
  3. Bleah. Probabilmente servirà a molti per crogiolarsi nell'illusione di essere persone intelligenti, perdendo così lo stimolo a migliorarsi.

    RispondiElimina

Dimmi la tua!