giovedì 30 giugno 2016

Giorno 181 - È quel periodo dell' anno.

Giorno 181 - 30 Giugno 2016 

È quel periodo dell' anno. 
Quello in cui le vetrine dei negozi si riempiono di numeri. 
Quello in cui arraffi a caso case libri auto viaggi fogli di giornale che prima o poi ti serviranno. O più probabilmente no. 
Quello in cui puoi comprarti un paio di pantaloni blu anche se tu detesti il blu che solo gli stolti non cambiano idea. 
Quello in cui tua figlia fa incetta di abiti molto molto più grandi della sua taglia che li teniamo da parte per l' anno prossimo. 
Sono cominciati i saldi!
Con un' inaspettata quanto imprevista settimana di anticipo rispetto alla data presunta oggi ho trovato in sconto quello che non sapevo ancora di cercare ma che già mi serviva! 

So che quello che sto per confessare porterà alla distruzione di massa delle mie amicizie. So che di moda vanno quei sandali con i pom pom (che io credevo si dicesse pon pon) che a me creano uno stato d'ansia pari all' esame di Istologia del primo anno quando dovevi riconoscere il tessuto connettivo nel vetrino. So che tra me ed una turista tedesca con problemi ortopedici ci sono solo le ciabatte Birkenstok ma io ho desiderato queste calzature come si desidera l'aria condizionata il quindici di luglio e quando le ho trovate in saldo le ho comprate e le ho indossate immediatamente con buona pace dei sensi. Quelli assopiti che di certo co' ste scarpe non trombi, eh... 

Primadonna



Primadonna


Tornando dal lavoro ero particolarmente depressa. Non per una valida ragione o, al massimo, sempre per la stessa: anni ed anni di studio, ore ed ore di lavoro e nemmeno oggi mi sono svegliata ricca come una Kardashian. 
Quando verso in queste condizioni l'unica posto che mi può aiutare è Tiger ma avevo già fatto 200 km in macchina farmene altri 30 ad andare e 30 a tornare non era cosa per la quale e allora me ne sono andata all' ipermercato cinese vicino casa e ho comprato una quantità di pettini per capelli che manco una parrucchiera, di ogni forma e foggia; un delizioso porta penne che userò per i pennelli trucco che possiedo ma non uso e dei deliziosi cucchiaini di legno che prima o poi utilizzerò in qualche modo. 
Forse. 
O forse no. 



Tornata a casa con il mio bottino mi sono ricordata che la mia prole è femmina: per lei sono i primi Saldi della vita, una tappa fondamentale della vita di ogni donna e allora via, signore, inforcate il passeggino e spendete i vostri denari. 

Sarabanda


Sarabanda


Sarabanda

Adesso verso in povertà più di prima e sono così lontana dall' essere una Kardashian che forse è meglio non pensarci più. 

Signori, è tempo di saldi. 
Si saldi chi può. 
(Si sì, mi sono già nascosta!)

Robi. 




30 Giugno 2016 - Pupine terrorizzate di staccarsi dal muro ne abbiamo?? 

Billionaire - Bruno Mars 


< Giorno 180  -  Giorno 182 >








2 commenti:

  1. Tu mi fai morire! E pupina è troppo figa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non glielo diciamo che poi si monta la testa.... :S

      Elimina

Dimmi la tua!